News | Chi siamo | Cosa facciamo | Dove operiamo | Come aiutarci | Iniziative | Sostenitori | Galleria | Contatti
 
NEWS
Anno 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004

 

DICEMBRE 2008
Un nobile gesto
Non lontano dal mare, in cima a una valletta decorata dalle piantagioni di ylang ylang, sgorga la sorgente per l’acquedotto del villaggio di Ambohibory. Sul manufatto che serve da serbatoio e camera di decantazione c’è una dedica, accarezzata dall’ombra e dal fruscio dei banani.

Una famiglia ticinese ha voluto contribuire alla costruzione dell’impianto dedicandolo alla memoria di un suo caro estinto. Emozioni tropicali…


NOVEMBRE 2008
Sabato 22 novembre dalle ore 10.00 alle 16.00 avrà luogo presso le "Cantine Lucchini" di via Cantonale 27 a Pregassona una vendita-liquidazione di una importante partita di camicie da uomo, puro cotone, maniche corte e lunghe, a prezzi stracciati: 1 x Fr. 15.00, 3 x Fr. 30.00 e 10 camicie a soli Fr. 70.00.



Vi sarà inoltre la possibilità di conoscere meglio le attività della FSM tramite proiezioni di video e di acquistare il tradizionale vino della solidarietà marchio "Vallombrosa" della Tamborini Vini SA di Lamone, gli originali e  rinomati biscotti "Brutti e Buoni" della storica pasticceria Veniani di Gavirate e i nuovi biglietti d'auguri "Madagascar" dell'artista Gabriela Carbognani-Hess di Ponte Tresa.

Il ricavato della vendita contribuirà a sostenere i programmi "Acqua potabile per tutti" e "Salute ed istruzione per i bambini malgasci" della FSM in Madagascar. Vi aspettiamo numerosi!

Per maggiori informazioni e ordinazioni: tel. 091/971 24 65, segretariato FSM.



Biglietti d'auguri "Madagascar"
Gabriela Carbognani-Hess è grafica di formazione, ma la passione per il carattere-segno l'ha spinta a sperimentare nuove forme calligrafiche espressive fuori dal comune, che sconfinano nell'arte. L'artista, pensando alla terra del Madagascar, ha creato 4 opere su carta, grazie alle tecniche calligrafiche espressive delle poesie malgasce.
Una confezione di 4 biglietti d'auguri costa CHF 20.- e parte del ricavato della vendita delle cartoline contribuirà a finanziare i progetti della FSM in Madagascar. Grazie di cuore per il sostegno e la solidarietà!

Convivum Madagascar

Per maggiori informazioni visitate la pagina delle iniziative della FSM.



Il nostro collaboratore ed esperto contabile Giuliano Castelli, sceso a Nosy Be durante la settimana dal 27 ottobre al 3 novembre, ha impartito un corso d’informatica al nostro direttore René e al maestro di scuola elementare Jean-Gabriel Besafy, amico della FSM, specialmente per quanto riguarda le registrazioni contabili dell’attività della Fondazione qui in Madagascar. Al termine dei 5 giorni del corso, Giuliano ha voluto offrire il suo computer portatile alla FSM, un gesto che è stato molto apprezzato.


Durante il suo soggiorno, Giuliano ha avuto anche l’occasione di partecipare alla ricezione tecnica dell’acquedotto del villaggio di Andraibo e alla costituzione del relativo comitato dell’acqua.
Grazie al suo hobby per la cucina ha potuto pure mostrare le sue capacità culinarie agli allievi del Centro di formazione professionale CFTH a Ambatozavavy, insegnando loro qualche segreto delle nostre ricette mediterranee.

      

Giuliano Castelli, per la prima volta in Madagascar, è stato fortemente impressionato dalle difficili condizioni di vita della popolazione dei villaggi rurali, ma pure dalla loro gentilezza, nonché della bellezza del paesaggio. Ha dunque promesso di ritornare, perché gli amici che ha potuto fare durante il suo breve soggiorno meritano d’essere aiutati a proteggersi dalla nostra invasione tecnologica, e non solo, che minaccia irreversibilmente le loro tradizioni, usi e costumi.



Durante il periodo tra il 27 ottobre e il 17 novembre la presidente FSM Mascia Cantoni ha voluto visitare le infrastrutture realizzate dalla Fondazione sull’isola di Nosy Be e partecipare alle sue iniziative e attività.

Purtroppo, essendo pure questo periodo l’inizio della stagione delle piogge, che quest’anno si stanno annunciando particolarmente violente, la signora Cantoni non ha potuto raggiungere tutti i villaggi che avrebbe desiderato visitare; ciò a causa delle piste fangose, incredibilmente sdrucciolevoli e invalicabili anche da una 4x4. È stato in particolare il caso del villaggio di Navetsy, sull’estrema punta nord dell’isola, dove la FSM ha costruito recentemente un acquedotto e, grazie al progetto "Àncora" e al sostegno degli allievi della scuola St. Anna di Lugano, aiuta la scuola elementare. Ora, grazie ad "Àncora", i 126 allievi delle 5 classi elementari possono avere un terzo insegnante! Comunque, oltre a tutto quanto descritto, Mascia Cantoni si ricorderà per un bel pezzo delle peripezie vissute durante questo viaggio avventuroso, interrotto malauguratamente a tre quarti di strada.

      
Le cattive condizioni della strada hanno impedito a Mascia Cantoni di raggiungere il villaggio di Navetsy

La presidente, accompagnata dal direttore della FSM a Nosy Be, René, e da Fiorenzo Melera, membro del CdD e in questo caso anche documentarista, ha invece potuto essere presente al villaggio di Ambohibory (a est dell’isola, non lontano dall’aeroporto) in occasione della ricezione tecnica dell’acquedotto e della costituzione del comitato dell’acqua, alla presenza dei bambini delle scuole elementari e della popolazione, che non si è ancora rimessa dalla contentezza di potere ricevere dell’ acqua pulita, dopo decenni di promesse mai mantenute!

      
Mascia, René e Fiorenzo in visita ad Ambohibory incontano gli scolari e gli abitanti del villaggio

Approfittando pure della recente apertura del Centro di Formazione turistico–alberghiera “Fihavanana”, la presidente ha voluto passare due notti nei bungalows del Lokobe Lodge (l’hotel d’applicazione del Centro) dove ha potuto constatare i reali progressi fatti nella formazione degli allievi e allieve, ma anche qualche carenza, sicuramente dovuta all’ancor breve periodo trascorso dall’inizio dei corsi pratici. A tal proposito, Mascia Cantoni si è intrattenuta sia con i formatori che con gli allievi e a quest’ultimi ha annunciato che i due giovani che sortiranno i migliori risultati dopo i due anni di studio previsti potranno frequentare uno stage di due mesi in Svizzera.

      
Gli allievi del centro di Formazione turistico–alberghiera e il bar del Lokobe Lodge

Presso il Lokobe Lodge la presidente Mascia Cantoni ha avuto modo di incontrare anche il signor Constant Gasstsar, già deputato del Madagascar, ora sindaco del Comune di Ampandroantrako (etnia Betsimisaraka-provincia di Tamatave) e presidente dell’Ong Ecodev, partner della FSM. I temi dell’incontro sono stati la collaborazione futura tra il nostro Centro professionale CFTH e la sua scuola Tokotel International, simile alla nostra, che sorgerà prossimamente a Ivato, poco distante dall’aeroporto di Antananarivo; l’appoggio al progetto per la salvaguardia della Riserva integrale del Lokobe e la sua trasformazione in Parco Naturale e lo sviluppo del programma "Acqua potabile per tutti" sulla "Grande Terre", nel distretto di Anosybe An’Ala.


Mascia Cantoni e Constant Gasstsar, ex-deputato, sindaco di Ampandroantrako e presidente di Ecodev

La presidente è rientrata in Svizzera con annotata sull'agenda la data del 4 aprile 2009, giorno dell'inaugurazione ufficiale del CFTH.


OTTOBRE 2008
In Madagascar, specialmente al nord, ogni realizzazione degna di questo nome è celebrata con un rito (detto “jôro” in lingua malgascia); in realtà si tratta di una preghiera per il tramite degli avi defunti diretta al dio creatore Zanahary, affinché questi la protegga dai malintenzionati e dagli impostori e vegli su di essa in modo che possa crescere e prosperare come desiderato.
Sabato 11 ottobre davanti all’albero sacro, una palma centenaria posta sul perimetro della Scuola di Formazione Turistica e Alberghiera (CFTH) aperta recentemente, i notabili del villaggio, assistiti dalla popolazione del villaggio di Ambatozavavy e dagli allievi del Centro, hanno diretto le varie fasi della cerimonia, che ha avuto il suo culmine nell’uccisione per sgozzatura di uno zebu; una scena molto cruda e poco adatta agli animi sensibili, ma che la tradizione così vuole. I numerosi pezzi di carne sono stati in seguito distribuiti, secondo un copione ben preciso, alla popolazione del villaggio, rispettivamente della scuola.



Mercoledí 15 ottobre il Centro di Formazione turistico-alberghiera (CFTH) ha ricevuto la visita del suo principale finanziatore, il Consiglio Generale della regione dell’Oise (F). La delegazione, che ha pernottato nei confortevoli bungalows, era diretta dal senatore André Vantomme e completata da Philippe Boulland, consigliere, e Lidy Serna, incaricata delle relazioni internazionali. All’incontro erano pure presenti le autorità locali, il deputato di Nosy Be Aly Hassan e il presidente della delegazione speciale del Comune Urbano Roger Mahazoasy. Durante la riunione, tenutasi al Belvedere del Centro in uno scenario naturale di rara bellezza, i presenti hanno potuto esprimere da una parte i loro bisogni e desideri, dall’altra le intenzioni, programmi e progetti futuri. In seguito gli allievi hanno potuto mostrare le loro capacità, acquisite del resto in un ancor breve periodo di insegnamento (ricordiamo che i corsi sono iniziati da poco), preparando e servendo il pranzo, apprezzatissimo. Prima di ripartire, gli ospiti hanno voluto cogliere l’occasione per ringraziare i responsabili del Centro, direttori e insegnanti, per l’accoglienza ricevuta e li hanno incoraggiati a fare sempre del loro meglio, perché il CFTH, essendo la prima scuola di questo genere in Madagascar, sta acquistando sempre più in visibilità e ha tutte le carte vincenti in mano per diventare una scuola modello.

Per maggiori informazioni sul CFTH: cfthnb@gmail.com (il sito è in corso di preparazione).


Da sinistra: Sig. Boulland (Consigliere Oise), Sig. Vantomme (1mo Vice-Pres. Oise), Sig. Roger (PDS Nosy Be),
Sig. Ramasy (Dir. Uff. Turismo Nosy Be), Sig. Hassan (Deputato Nosy Be), Sig. Melera (Membro C.d.D. FSM)




Il 17 ottobre avrà luogo presso il Tresa Bay Hotel di Ponte Tresa (Svizzera) la Grande serata di solidarietà, una festa tra canti, musica jazz e arte circense, per il piacere di stare insieme, conoscere e sostenere le attività della FSM in Madagascar. La serata sarà animata dal gruppo Roskilde Boys Guard di Kopenhagen, dal Coro Piccoli Cantori di Pura di Christian Barella, dal Circo Fortuna di Claudia Aldini e dal Quartetto-Jazz di Tito Pesci; ci saranno anche tante altre sorprese. Vi aspettiamo numerosi!



Per maggiori informazioni sulla serata scarica l'invito (pdf).

SETTEMBRE 2008
Il 12 settembre prossimo avrà luogo al Ristorante Montalbano di San Pietro di Stabio il terzo Convivium Madagascar creato da Claudio Croci-Torti in collaborazione con la FSM (Fondazione Svizzera Madagascar).
Si tratta di una serata di solidarietà il cui ricavato permetterà la costruzione del 14mo acquedotto, il terzo del secondo periodo 2007-2010, del programma “Acqua potabile per tutti”, per il villaggio di Ambohibory, sull’isola di Nosy Be, il cui costo è di 20'000.- CHF. Una simpatica serata con degustazione di vini, allietata da musica e canzoni degli anni '60 con Federica, Arturo e Marcello, oltre al vernissage della mostra di sculture in bronzo di Hubertus Breitenmoser.

Convivum Madagascar

La presidente della FSM, Mascia Cantoni, si augura che siano in molti coloro che, con la loro sensibilità, aderiranno all’invito consci dell’importanza che la realizzazione dei progetti in corso aiuterà ancora di più a migliorare, e in certi casi anche a salvare, la vita di tanti bambini appartenenti ad  una popolazione fra le più povere del mondo.

Per maggiori dettagli sulla serata scarica l'invito (pdf).



Tongasoa (benvenuti) agli ospiti del nuovo Lokobe Lodge!
Finalmente, dopo più di 4 anni di lavoro e intensa collaborazione tra le autorità malgasce, i poteri pubblici francesi (Regione della Piccardia, Dipartimento dell’Oise e Scuola Alberghiera dell’isola della Riunione) e la nostra Fondazione, il Centro di Formazione turistica e alberghiera (CFTH) apre le porte: il 23 settembre prossimo iniziano i corsi scolastici e all’inizio del mese di ottobre l’albergo FIHAVANANA – LOKOBE LODGE sarà aperto ai turisti: quest’ultimi saranno sorpresi dall’abilità e dall’elegante servizio che i giovani in formazione sapranno offrire.

Approfittiamo dell’occasione per ricordare che il centro accoglierà 60 allievi il primo anno e, a partire dal secondo anno, gli allievi aumenteranno a 120. Una bella opportunità di lavoro per i giovani non solo dell’isola di Nosy Be (che d’altronde è la prima destinazione turistica del Madagascar), ma di tutta la provincia di Diego Suarez (Nord del Madagascar).

Guarda il video sul Centro di formazione turistico-alberghiera (CFTH) (QuickTime)



Grazie all’interesse degli amici di Promad per il programma “Acqua potabile per tutti”, il comune di Coldrerio (TI), attraverso Solidarit’eau Suisse, parteciperà al finanziamento dell'acquedotto per il villaggio di Ambohibory (del costo totale di 20'000.- Fr.) con un dono di 3'500.- Fr. Coldrerio è così il primo comune della Svizzera italiana a partecipare all’iniziativa dell’Associazione Solidarit’eau.
L’obiettivo di Solidarit’eau è proprio quello di promuovere la solidarietà dei comuni e delle aziende per l’acqua svizzere, al fine di permettere l’accesso all’acqua potabile a tutti gli abitanti del pianeta Terra.
Per maggiori informazioni visitate il sito www.solidariteausuisse.ch.

Guarda il servizio de Il Quotidiano del 29.09.2008 (QuickTime)



Nell’ambito del partenariato con l’ONG malgascia ECODEV, Fiorenzo Melera, membro del Consiglio di direzione FSM, ha partecipato a una missione di 10 giorni (dal 15 al 25 settembre) della stessa nel paese dell’etnia dei Betsimisaraka, a est della capitale Antananarivo, nel cuore della foresta primaria umida.

Il signor Constant Gasstsar, presidente di ECODEV e sindaco dal dicembre 2007 del Comune di Ampandroantrako, della circoscrizione di Anosybe An’Ala, ha tenuto e diretto in diversi fokontany (villaggi) di questo Comune sia delle Assemblee popolari, sia dei Consigli comunali nell’ambito dello sviluppo comunitario e sostenibile in atto in tutto il Paese. Essendo i villaggi visitati completamente isolati dal resto del mondo (a diverse ore di solidi 4x4 e con autisti altrettanto solidi ed esperti), la popolazione ha bisogno di tutto, in modo particolare per quel che concerne la salute e l’igiene. In ogni comunità visitata sono stati dunque formati dei comitati per affrontare i problemi posti dai diversi settori di attività scelti nell’ambito dello sviluppo auspicato, quali l’agricoltura, la sanità e l’istruzione. Lo sfruttamento dell’acqua, di cui la regione è particolarmente ricca, è praticamente inesistente, dunque esiste un problema di fondo riguardo la salute della popolazione, in particolare la mortalità infantile. La presenza di un membro della FSM, che ormai è conosciuta come la specialista di acquedotti in ambiente rurale, è stata particolarmente apprezzata da tutte le autorità locali, che ora hanno un motivo in più per sperare di migliorare la loro qualità di vita che, dal punto di vista strettamente materiale, è veramente molto bassa.

Ad Antananarivo, prima di rientrare a Nosy Be, il signor Melera, nell’ambito delle attività della FSM, ha potuto intrattenersi con il responsabile della Cooperazione svizzera e, accompagnato e introdotto dal signor Gasstsar, con alti funzionari del ministero degli Affari Esteri e del PIC (Polo Integrato di Crescita), così come con l’Ambasciatore del Senegal, avendo questi due ultimi incontri come particolare tema di discussione il Centro di Formazione Turistico-Alberghiera (CFTH), che ha aperto le sue porte martedì 23 settembre, alla presenza delle autorità locali e naturalmente dei primi 60 allievi, di cui 42 sono ragazze.


LUGLIO 2008
A partire da questo mese la storica pasticceria Veniani di Gavirate (VA) - unica fabbrica degli originali Brutti e Buoni - devolve parte del ricavato della vendita delle confezioni di Brutti e Buoni nel territorio svizzero e sostiene il programma "Salute e istruzione dei bambini malgasci" della Fondazione Svizzera Madagascar.
Fondata da Costantino Veniani nel 1875, creatore dei Brutti e Buoni, la Pasticceria Veniani ha ottenuto nel 2006 la denominazione di Pasticceria Storica per i suoi 131 anni ricchi di storia e per l'arredo che conserva ancora i suoi eleganti tavoli originali. Questa pasticceria ebbe numerosi celebri clienti come Giosuè Carducci con la scrittrice Annie Vivanti, Giuseppe Verdi, per il quale Veniani creò la torta "Verdi" ancor oggi prodotta in particolari occasioni, ed in seguito tanti altri artisti e scrittori.
I Brutti e Buoni, dolce tipico di Gavirate, sono entrati a far parte della tradizione dolciaria del Varesotto e della Lombardia; sono un patrimonio mondiale che fa bella mostra di sé anche a New York, dove i biscotti sono stati apprezzati durante il Columbus Day.

      
Scatola in latta contenente Brutti e Buoni, serigrafata con disegni e colori evocativi della storia della pasticceria Veniani

Nel 1910 Costantino Veniani ottenne il "brevetto per il marchio d'impresa" e cominciò ad avvolgere le sue creazioni in belle confezioni di carta colorata, perché - come si legge in un cartoncino da lui stesso ideato - i Brutti e Buoni non fossero confusi "con quelli di altre pasticcerie che oggi cercano di imitarli" e conclude: "Per garantirsi della vera provenienza esigere la mia firma."



Giovedì 17 luglio i rappresentanti della FSM sono andati a Andraibo, il piccolo villaggio sulla costa nord-ovest dell’isola di Nosy Be, per il collaudo tecnico dell’acquedotto, il secondo della seconda fase del programma “Acqua potabile per tutti” per il periodo 2007/2010.
I lavori, che avrebbero dovuto essere terminati per la fine di giugno, hanno subito un piccolo ritardo dovuto principalmente alle cattive condizioni climatiche che hanno reso la pista che conduce al villaggio impraticabile per diversi giorni, rendendo così difficile il trasporto dei materiali, effettuati in gran parte a spalla, ma anche dovuto alla particolare situazione orografica, difficilmente valutabile in sede di progetto.
Talmente spontanea è stata la gioia della popolazione nel vedere sgorgare finalmente acqua fresca e pulita dalle 3 fontane, dal lavatoio e, per gli animali, dall’abbeveratoio, che subito, per mezzo del loro portavoce, hanno deciso di organizzare una grande festa per l’inaugurazione ufficiale, che avverrà il prossimo settembre, quando le scuole saranno ricominciate.
Martedì 22 luglio i rappresentanti della FSM, accompagnati da Victor, il tecnico responsabile della costruzione degli impianti, si sono recati a Ambohibory per incontrare le autorità del villaggio allo scopo di presentare e discutere i dettagli del progetto dell’acquedotto previsto. Si tratta della terza realizzazione della seconda fase del programma “Acqua potabile per tutti” e l’inizio dei lavori è previsto per l’inizio del prossimo mese di settembre.


GIUGNO 2008
Questo mese, e più precisamente il prossimo 6 giugno, cade il 15mo anniversario della firma dell'ACCORD DE SIÈGE fra lo Stato malgascio e la nostra Fondazione.

Dopo una ponderata valutazione fatta a suo tempo su tutto il territorio, finalmente fu scelta l’isola di Nosy Be per dare inizio alla nostra azione umanitaria. Una delle ragioni principali di questa scelta fu che su quest'isola, già allora principale destinazione turistica del Madagascar, c’era un estremo bisogno d’aiuto per la popolazione più povera, praticamente la maggioranza, e ciò nei settori primari della salute, dell’igiene e dell’istruzione.

Nel frattempo molte cose sono cambiate: il turismo si è sviluppato ulteriormente, purtroppo non sempre nella buona direzione nonostante gli sforzi delle autorità, i mezzi di trasporto e le vie di comunicazione hanno migliorato il contatto con il resto del mondo, la TV e le reti satellitari imperano ormai nel mondo delle comunicazioni, ma il divario tra gli strati della popolazione che ne approfitta, non necessariamente sempre malgascia, e quelli che invece rimangono al margine, per lo più di provenienza rurale, si evidenzia sempre più. Ogni progresso, anche se sostenibile, porta con sé effetti negativi, in modo particolare nei Paesi costretti ad accettarlo, essenzialmente perché troppo rapido e impetuoso. Ormai è un’evidenza conosciuta a tutte le latitudini. Così impostata la globalizzazione provoca squilibri che nel tempo diventano insopportabili.

La Fondazione è cosciente del pericolo, che è subdolo e che di conseguenza provoca stupore in taluni osservatori perché ritengono che siano altre le ragioni, meno esposte, dunque meno favorite, che debbano essere prioritariamente aiutate.

Gli obiettivi della Fondazione sono evidentemente quelli di aiutare le popolazioni più bisognose e succede che quest’ultime, trovandosi in gran parte in regioni messe in equilibrio precario dalla globalizzazione, soffrono molto di più di quelle che si trovano altrove e che volenti o nolenti, sono ancora capaci di accettare il proprio destino in modo naturale. È il caso dell’isola di Nosy Be, una regione che, assieme a numerose altre, sta soffrendo di questo sciagurato fenomeno.
 

MAGGIO 2008
A partire dal prossimo 20 maggio la TV privata TeleTicino, emittente che trasmette via cavo, diffonderà una serie di sette puntate sul Madagascar realizzate gratuitamente per la FSM dall’ing. Fiorenzo Melera.
Si tratta di due documentari di viaggio, il primo girato a nord-ovest dell’isola (Nosy Be - Analalava - Bealanana), il secondo nel sud-est fra Fianarantsoa e Manakara, e di una testimonianza in occasione di una cerimonia tradizionale presso l’etnia dei Betsimisaraka.
Una buona occasione per conoscere meglio un paese ricco di sorprese.

TeleTicino, ogni martedì alle ore 21.00.
 


APRILE 2008
Ecco qualche foto che testimonia con quanta violenza il ciclone Jokwe si è abbattuto sull’isola di Nosy Be la mattina dello scorso 6 marzo. Le immagini sono state scattate al villaggio di Ambatozavavy, sede della Fondazione Svizzera Madagascar. In particolare le foto mostrano i danni causati alla scuola materna, al dispensario e soprattutto al Centro di Formazione turistico alberghiera, solo per il quale i danni sono stati valutati in ca. Fr. 16'000.-.

      

      

      



Riparte il programma "Acqua potabile per tutti"!
Martedì 15 aprile una delegazione della FSM si è recata ad Andraibo per incontrare la popolazione di questo villaggio con lo scopo di discutere i dettagli per la collaborazione alla costruzione dapprima, e la manutenzione in seguito, di un acquedotto. Si tratta del secondo acquedotto inerente la seconda fase del programma che, lo ripetiamo, consiste nella realizzazione di 10 impianti in altrettanti villaggi dell’isola di Nosy Be durante il periodo 2007/2010.
Andraibo è un villaggio di ca. 500 abitanti, di cui una gran parte ragazzi in età scolastica, posto sulla parte nord-ovest dell’isola, a 2 km dal mare, e collegato all’asse principale Hell-Ville – Amporaha da una pista difficilmente transitabile, soprattutto durante la stagione delle piogge.
I rappresentanti della FSM, accompagnati dal consigliere generale della regione della Diana (la parte ovest della Provincia di Diego-Suarez) e dal loro fedele tecnico e capo squadra Victor, sono stati accolti dalle autorità tradizionali del villaggio e dal capo quartiere (fokontany).
L’incontro è stato particolarmente cordiale e gli oratori hanno voluto mettere l’accento sull’importanza dell’aiuto da parte della popolazione durante i lavori, affinché gli abitanti possano rendersi conto dell’eccezionale opportunità di avere a disposizione acqua pulita negli anni a venire e quindi dell’importanza di una manutenzione continua e quotidiana dell’impianto.
La riunione si è chiusa con la solenne promessa che per il 26 giugno prossimo, giorno della festa nazionale malgascia, il villaggio disporrà di acqua potabile.
 
MARZO 2008
Mercoledì 5 marzo
presso gli uffici dell’AIL SA (Aziende Industriali della Città di Lugano) la presidente Mascia Cantoni ha ricevuto un secondo chèque di fr. 10'000.- (il primo le fu consegnato nell’agosto 2007), per la costruzione dell’acquedotto al villaggio di Navetsy, sull’isola di Nosy Be, ultimato nel novembre 2007.
 

Da sinistra: Fiorenzo Melera, Franco Gobbi e Mascia Cantoni

Per l’occasione la presidente ha consegnato ai rappresentanti dell’Azienda un DVD che documenta questa realizzazione.



Attualmente in Madagascar c’è la stagione delle piogge ed è in questo periodo che si formano i cicloni. Nella notte tra il 5 e il 6 marzo è arrivato il terzo ciclone della stagione, chiamato JOKWE: proveniente da nord/nord-est, è entrato all’altezza di Diego-Suarez, è sceso lungo la costa nord-occidentale del Paese e, prima di allontanarsi verso le coste africane, si è abbattuto sull’isola di Nosy Be. Secondo le informazioni in nostro possesso il ciclone ha provocato grandi disastri su tutta l’isola e secondo notizie non controllate ci sarebbe pure qualche vittima.
La situazione ad Ambatozavavy, il villaggio presso il quale ha sede la nostra Fondazione, è desolante. La maggior parte delle case e delle capanne sono state colpite, alcune perfino completamente distrutte, non solo per colpa del vento ma anche per la moltitudine degli alberi caduti. Sembra però che qui non ci siano vittime. Attualmente il villaggio è isolato dal resto del mondo, ma oggi squadre di volonterosi sono già all’opera per lo sgombero della pista.
In particolare sono stati duramente colpiti il dispensario del villaggio, ristrutturato dalla nostra Fondazione alla fine degli anni novanta, il nostro asilo infantile “Mazavaloha” e pure buona parte del Centro di Formazione turistica e alberghiera, che secondo previsione dovrà aprire il prossimo settembre: il ristorante, costruito con materiale vegetale, è andato completamente distrutto e diversi alberi sono caduti sulla casa della direzione, sul refettorio e sul dormitorio (tutti e due di recente costruzione) e pure su uno dei nove bungalows, danneggiandoli, per fortuna parzialmente. Nostri incaricati sono già sul posto per una valutazione dei danni.
Siccome la quasi totalità delle vie di comunicazione sono interrotte, soprattutto per via della caduta di alberi, non si conosce per nulla la sorte dei villaggi i più isolati dell’isola.

      
Un'immagine satellitare del ciclone Jokwe e il suo percorso sopra il Madagascar

Per fortuna in serata il ciclone, i cui venti, secondo le informazioni fornite dal Centro meteo dell’isola della Réunion, superano i 130km/h con punte fino a 170 km/h, ha lasciato l’isola di Nosy Be dirigendosi verso il canale del Mozambico e oggi, 7 marzo, il sole splende di nuovo.
A memoria d’uomo non si conosce un ciclone che si è abbattuto con una simile violenza su quest’isola: infatti di regola i cicloni toccano il Madagascar dal settore nord/nord est, di conseguenza la costa nord-ovest risulta oltremodo protetta dalla catena montagnosa che si estende lungo tutto il Madagascar.



Domenica 9 marzo scorso ha avuto luogo presso la Residenza Rivabella di Magliaso un incontro tra le classi scolastiche della Regione dell’Insubria: una classe di Lugano dell’Istituto St. Anna e due di Varese - la scuola Primaria Paritaria M. Ausiliatrice e la Scuola Primaria Luigi Settembrini - che hanno aderito al nuovo progetto della FSM, la “Linea Áncora”.
Al pubblico, accorso numeroso, gli scolari hanno presentato i loro messaggi, dei disegni e una somma in denaro raccolta imponendosi un piccolo sacrificio sulla loro ricca merendina quotidiana; tutto ciò all’insegna della solidarietà. Il tutto sarà consegnato prossimamente ai loro amici delle scuole elementari dei villaggi di Ambatozavavy e Navetsy, sull’isola di Nosy Be.

             
Alcuni disegni realizzati dagli scolari delle classi che hanno aderito al progetto "Linea Áncora"

Accompagnati dai loro insegnanti, genitori e parenti, gli allievi, i veri protagonisti dell’incontro (d’altronde molto ben riuscito), hanno ascoltato con interesse gli interventi dei diversi relatori. In ordine cronologico: Alexandre Alemann, direttore della Residenza Rivabella; Giancarlo Ronco, della Pro Loco di Varese; Dott. Pierluigi Togni, presidente dell’Associazione Fosit che riunisce le Ong della Svizzera Italiana; Mascia Cantoni, presidente, e Fiorenzo Melera, membro del C.d.D., della FSM e Attilio Fontana, sindaco di Varese.
 

Il pubblico dell'incontro alla Residenza Rivabella di Magliaso

Tutti i presenti hanno augurato lunga vita e anche un grande successo a questa nuova iniziativa della Fondazione, coordinata in modo ineccepibile da Margherita Maffeis, nella speranza che questi ragazzi, una volta adulti, possano essere protagonisti nel dirigere i destini dell’umanità in un mondo, se non proprio migliore, almeno più equilibrato per quanto riguarda il godimento dei beni prodotti da uno sviluppo che deve essere evidentemente sostenibile.
 
FEBBRAIO 2008
Mercoledì 20 febbraio, in occasione di una presentazione e degustazione del vino Merlot Vallombrosa, etichetta Madagascar, presso i Negozi Manor (Lugano-Centro), il proprietario dell’Azienda Vini Claudio Tamborini ha consegnato alla presidente della FSM, Mascia Cantoni, uno chèque di fr. 18'375.-, cifra che rappresenta la vendita di 3'675 bottiglie durante il 2007: un ottimo risultato, che si avvicina sempre più all’obiettivo delle 5000 bottiglie da vendere annualmente.
Purtroppo con il 2008 il prezzo della bottiglia, a seguito dell’inesorabile evoluzione dei costi verso l’alto, ha subito un ritocco: il prezzo al dettaglio è ora di fr. 16.60 ma, grazie alla magnanimità del sig. Tamborini, anche la FSM vede aumentare il suo beneficio a bottiglia da fr. 5.- a fr. 6.-.
Siamo dunque convinti che i nostri sostenitori continueranno a prediligere il vino Merlot Vallombrosa, etichetta Madagascar, perché ne sanno apprezzare l'indiscutibile qualità.
Alla cerimonia di consegna dello chèque era presente il consigliere generale dell’Ambasciata del Madagascar in Svizzera, Rochel Rakotonarivo, che ha potuto apprezzare in più occasioni il prezioso lavoro svolto dalla nostra organizzazione in favore della popolazione malgascia.
  

Da sinistra: Teodoro Ghirlanda (responsabile alimentazione Manor),
Claudio Tamborini, Mascia Cantoni e Rochel Rakotonarivo

La sera il sig. Rochel Rakotonarivo è stato pure invitato alla riunione organizzata dai due Club Rotary di Lugano (Centro e Lago, i cui presidenti sono Claudio Tamborini e Flavio Audemars) nei locali dell’albergo Principe Leopoldo, a Gentilino: in quest’occasione la Fondazione, quale ringraziamento del regalo ricevuto dai due Club – una vettura Nissan Pick Up 4x4 – ha voluto presentare al numeroso pubblico accorso la sua attività svolta in un Paese tra i più poveri al mondo ma, paradossalmente, ricco d’umanità e di prodotti della natura, ahimé patrimoni malamente sfruttati.
 
 
Sede: Via Cantonale 1a, 6900 Lugano, Svizzera
Segretariato: fsm.suisse@bluewin.ch, Fax +4191 605 53 18