News | Chi siamo | Cosa facciamo | Dove operiamo | Come aiutarci | Iniziative | Sostenitori | Galleria | Contatti
 
NEWS
Anno 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004

 
DICEMBRE 2007
Sabato 1° dicembre la nave con il container della vettura Nissan Pick-up 4x4, un regalo fatto dai Rotary Clubs di Lugano e Lugano Lago, che era stato imbarcato al porto di Genova agli inizi di ottobre, è infine approdata a Nosy Be. Il martedì seguente le autorità portuali ci hanno dato il benestare per levarla dal container. Ora si trova parcheggiata in un capannone, nell’attesa di formalizzare le pratiche doganali, che si presentano parecchio complicate e lunghe, ma che ci permetteranno finalmente di entrare in possesso della Nissan Pick-up.


       
La Nissan Pick-up 4x4 nel container navale e in seguito in un capannone
 
NOVEMBRE 2007
Venerdì 30 novembre una delegazione della FSM si è recata al villaggio di Navetsy per l’accettazione tecnica dell’acquedotto (vedi news di settembre). L’installazione è stata controllata e giudicata pronta per l’uso quotidiano da parte degli abitanti. Si è voluto approfittare di quest’occasione per riunirli nuovamente, comitato dell’acqua in testa, per ricordare loro l’importanza che si deve accordare alla manutenzione delle infrastrutture affinché possano funzionare continuamente e correttamente nel tempo. L’appello è stato fatto alla presenza della scolaresca locale, per sensibilizzarla sull’importanza che bisogna dare all’acqua. Proprio per il fatto che questo elemento è la causa prima della salute e dell’igiene nostra, il buon funzionamento dell’acquedotto assume un ruolo primario nell’economia del villaggio.
Al riguardo facciamo notare che Navetsy è il primo villaggio dei dieci previsti nella seconda fase del programma “Acqua potabile per tutti”, prevista per il periodo 2007-2010.
 


SETTEMBRE 2007
All’inizio del mese di settembre, in un’azione congiunta, i Rotary Club Lugano e Lugano Lago, sotto la presidenza di Claudio Tamborini, risp. Flavio Audemars, conosciuti i preoccupanti problemi di mobilità della FSM sull’isola di Nosy be, hanno deciso di regalarle un veicolo adatto alle difficili, qualche volta addirittura impossibili, condizioni stradali dell’isola, consegnandole uno scintillante Nissan Pick-up, 4x4. Grazie pure alla cortesia dei responsabili della filiale della ditta Emil Frey di Noranco (TI) la vettura potrà partire a giorni, caricata in un container, in direzione del Madagascar. Buon viaggio!


Giovedì 20 settembre una delegazione della FSM si è recata a Navetsy, un villaggio di almeno 600 abitanti, di cui ben 115 sono allievi di scuola elementare, situato all’estremo nord dell’isola di Nosy Be e raggiungibile attraverso una pista difficile che comunque permette visioni panoramiche di rara bellezza. Navetsy è stato scelto come primo villaggio dei 10 previsti nel secondo periodo del programma di acquedotti “Acqua potabile per tutti” ( 2007-2010). Le autorità locali hanno così avuto modo di conoscere, per bocca di René, direttore FSM, e Victor, il nostro fedele tecnico, le caratteristiche dell’impianto che comprende 5 fontane, un lavatoio e un abbeveratoio. Il signor René a voluto precisare che la FSM si aspetta dalla popolazione locale un concreto aiuto per quanto riguarda il trasporto dei materiali e gli scavi per la posa delle tubazioni. Ha voluto pure ricordare che il compito principale del comitato dell’acqua, che sarà costituito prossimamente, deve essere quello di assicurare sempre il buon funzionamento dell’impianto affinché duri nel tempo. I lavori dovranno iniziar al più presto affinché vengano portati a compimento prima dell’inizio della stagione delle piogge, che di regola inizia a dicembre: a quel momento gli ultimi km di pista diventeranno impraticabili, di conseguenza il villaggio sarà raggiungibile solo via mare, che pure non è sempre evidente. La FSM coglie l’occasione per sottolineare che l’acquedotto di Navetsy può essere realizzato grazie all’aiuto finanziario delle Aziende Industriali della Città di Lugano (AIL SA).
 


AGOSTO 2007
Martedì, 28 agosto, una delegazione della FSM è stata ricevuta negli uffici di Muzzano (TI) della “Aziende Industriali della Città di Lugano” (AIL): in quest’occasione il direttore, ing. Rigamonti, ha consegnato direttamente nelle mani della presidente della Fondazione, sig.ra Mascia Cantoni, uno chèque di 10'000 CHF, somma che serve a dare l’avvio alla costruzione del primo acquedotto del secondo periodo del programma “Acqua potabile per tutti”, 2007 – 2010. Per potere coprire completamente i costi  dell’impianto, all’inizio dell’anno prossimo sarà staccato un secondo chèque di uguale valore.
 
LUGLIO 2007
Giovedì, 19 luglio, i responsabili della FSM di Nosy Be si sono recati al villaggio di Antsakolany per la verifica dell’acquedotto, nel frattempo terminato. Le installazioni sono state trovate in ordine, conseguentemente la popolazione locale ha ricevuto l’autorizzazione per il loro utilizzo: si tratta di 6 fontane, un abbeveratoio e un lavatoio.

Per la loro manutenzione il comitato dell’acqua ha deciso di tassare mensilmente ogni famiglia per la modica somma di 1'000 ariary (ca. 70 cts.).

Al proposito si ricorda che l’impianto ha potuto essere realizzato grazie alla partecipazione finanziaria della ”Fondazione Sergio Mantegazza” di Lugano.

 

Da sinistra, seduti: Victor, resp. del cantiere, la presidente del comitato dell’acqua locale e René, dir. FSM
 
Con la costruzione dell’undicesimo acquedotto a Antsakolany si chiude il primo periodo del programma “Acqua potabile per tutti”, 2003 – 2006.

Gli 11 villaggi dell’isola di Nosy Be che hanno beneficiato degli acquedotti sono dunque: Amporaha, Belamandy, Befotaka, Ampasindava, Andimakabo, Andrafia, Bemanondrobe, Andrekareka (Nosy Komba), Maromaniry, Ampasimena (Nosy Sakatia) e Antsakolany.

Il prossimo mese di settembre sarà messo in cantiere il secondo periodo del programma, che comprende la costruzione di ulteriori 10 impianti: il piccolo villaggio di Navetsy, sperduto nella parte nord dell’isola, sarà il primo a beneficiarne.
 
APRILE 2007
Come tradizione vuole, venerdì 20 aprile una delegazione della FSM si è recata a Antsakolany per presentare alla popolazione il progetto dell’acquedotto previsto, l’undicesimo e ultimo del programma 2003-2006.
Antsakolany è un villaggio formato da una miriade di piccole frazioni situato sulla parte nord-est dell’isola di Nosy Be. I presenti, con alla testa il vice-presidente di quartiere, hanno seguito attentamente le spiegazioni relative al progetto e hanno immediatamente deciso di indire per la domenica successiva un’assemblea generale con lo scopo di formare il comitato dell’acqua, che dovrà assicurare la gestione dell’installazione, ma anche d’organizzare l’aiuto logistico alla squadra incaricata della costruzione, diretta dal fedele Victor, il nostro tecnico di fiducia.
L’inizio dei lavori è previsto per l’inizio di maggio e salvo imprevisti la costruzione sarà terminata verso la fine di giugno.
A nome della popolazione il vice-presidente di quartiere ringrazia calorosamente la FSM per avere scelto il villaggio di Antsakolany nel suo programma e la rassicura che sarà dato tutto l’apporto necessario sia durante i lavori sia, e soprattutto, dopo, affinché la struttura possa durare a lungo nel tempo.
 

MARZO 2007
Il 21 marzo Fiorenzo Melera, membro del C.d.D., di passaggio a Antananarivo, la capitale del Madagascar, ha partecipato alla quarta missione del programma 2007, organizzato in partenariato con le Ong Ecodev Madagascar e Amphore Internationale, dell’unità mobile medicalizzata.
Per il momento e dal 2004 ormai quest’unità visita i villaggi difficilmente accessibili e lontani dai centri ospedalieri situati attorno alla capitale. Essendo grande il bisogno della prevenzione delle malattie polmonari, i responsabili dell’attività del camion hanno deciso di rinforzare il numero delle sue uscite giornaliere. Dunque per il 2007 le uscite dell’unità, previste ancora nella regione di Antananarivo, saranno una quarantina.
La FSM che in un primo tempo non aveva previsto alcun aiuto finanziario al riguardo dell’attività dell’UMM in Madagascar, ha deciso ora di partecipare finanziariamente al nuovo programma, in conseguenza non solo dei concreti vantaggi offerti da questo genere di operazione ma anche perchè i partners malgasci non avrebbero potuto da soli sostenere lo sforzo finanziario, previsto per il 2007 di 5’000 €.
La quarta missione, la cui equipe era formata da un radiologo, una dottoressa generalista, e due assistenti – tecnici, è stata diretta dal presidente di Ecodev, il deputato malgascio Constant Gasstsar, e ha avuto luogo a Ambohimananjoa, un piccolo villaggio a ca 20 km a ovest di Antananarivo. Sono state visitate 75 persone, di cui 25 sono state radiografate.
Per l’occasione Fiorenzo Melera ha incontrato le autorità locali, alcune delle quali sono arrivate dai villaggi vicini che avranno la fortuna di ricevere prossimamente la visita dell’unità medicalizzata. Tutti l’hanno pregato di trasmettere i ringraziamenti più sentiti ai responsabili dell’iniziativa, da allargare naturalmente ai suoi sponsors.
 
 
Sede: Via Cantonale 1a, 6900 Lugano, Svizzera
Segretariato: fsm.suisse@bluewin.ch, Fax +4191 605 53 18